acmella

Acmella Oleracea: proprietà e benefici sulla pelle

Cos’è l’Acmella?

L’Acmella oleracea è una pianta appartenente alla famiglia delle Asteraceae, originaria del Brasile e del Perù, ma presente anche in India e in altre regioni del Mondo.
È una piccola pianta eretta che può raggiungere i 40-60 centimetri di altezza, le infiorescenze sono dorate e rosse e possiedono una forma che ricorda quella di un bottone. cresce molto velocemente, ma è molto sensibile al freddo. Nei climi più caldi è una pianta perenne, mentre in climi meno favorevoli tende ad essere annuale. Dell’acmella si utilizza l’intera pianta e, in particolare, le foglie, i fiori.

Cosa contiene l’Acmella?

flavonoidi

I costituenti chimici presenti nell’Acmella oleracea sono davvero molti; fra questi ricordiamo:

Il merito dell’efficacia cosmetica dell’Acmella Oleracea va a un ingrediente speciale contenuto in questa sorta di “pianta della giovinezza“: lo spilantolo, capace di ridurre le contrazioni muscolari e distendere i lineamenti del viso. «Questa sostanza è in grado di funzionare come miorilassante ad azione rapida e progressiva, ovvero agisce sui muscoli che si trovano sotto la pelle con l’effetto rendere meno evidenti le rughe realizzando un effetto distensivo, come è emerso studi condotti da massimi esperti cosmetologi.

Quali benefici dà l’Acmella alla pelle?

Svolge un importante attività antiossidante che può contrastare gli effetti dei radicali liberi, per questo viene utilizzata principalmente nei prodotti antiage per il viso. Ma si tratta di una proprietà che si aggiunge a quelle che indicano l’Acmella Oleracea come il principio attivo simile al botulino. 

Infatti, è considerata una delle alternative senza effetti collaterali alla più famosa tossina prodotta dal batterio Clostridium Botulinum, che viene usata in piccole dosi tramite iniezioni sottopelle. Inoltre, le ricerche evidenziano anche un’azione stimolante la produzione di collagene che le conferisce proprietà liftanti e ridensificanti.

Cosa contiene l'Acmella?

Come si usa l’Acmella?

Una cosa importante da notare è che queste sostanze di origine naturale danno risultati se applicate con costanza.
Per apprezzarne realmente i risultati sugli inestetismi cutanei, occorre un impiego continuativo.
Solo con una corretta applicazione, risultano efficaci e possono svolgere un ruolo realmente rigenerante sulla nostra pelle.

Acmella: quali combinazioni ne potenziano l’azione?

L’Acmella si può trovare combinata con altre sostanze funzionali come i  peptidi che hanno un’azione distensiva. I peptidi sono picccole catene di amminoacidi, fondamentali nella costruzione di proteine come collagene, elastina e cheratina, definiti biomimetici, rallentano l’invecchiamento e rendono la pelle più tonica, compatta. 

Ad esempio il Dipeptide diaminobutyroyl benzilammide diacetato, presente nel Siero di Vipera che con un’azione micro-decontratturante , riproduce l’effetto del veleno, effettuando una leggera contrazione temporanea dei muscoli facciali che riducono realmente la visibilità estetica delle rughe di espressione.

 * I nostri testi sono il frutto di considerazioni personali e soggettive.

Lascia un commento

Carrello